Il numero di matrimoni che finiscono con il divorzio è in aumento e molte coppie stanno iniziando a rivalutare le loro relazioni. Ma mentre le statistiche in aumento possono essere vere, è importante conoscere alcuni fatti sul matrimonio e su come avvantaggia entrambi i coniugi, fisicamente ed emotivamente. psicologicamente, anche finanziariamente.
Secondo uno studio pubblicato dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC), le persone sposate erano più sane per quasi tutte le misure di salute. Vivono più a lungo e soffrono meno di malattie cardiache, mal di schiena, mal di testa e gravi disagi psicologici. La maggior parte delle persone sposate ha anche meno probabilità di essere coinvolta nel fumo e nel bere pesantemente. Hanno anche ottenuto risultati migliori nei test di depressione rispetto a quando erano ancora single.
Le coppie sposate traggono beneficio dal matrimonio in egual modo, anche se in modi diversi. Mentre sia gli uomini che le donne vivono una vita più lunga, più felice, più sana e più ricca quando sono sposati, i mariti sono solitamente quelli che ottengono maggiori benefici per la salute. Le mogli, invece, ottengono i maggiori vantaggi economici.
Sebbene alcuni ambienti affermino che l’arrivo del primo figlio intercorre tra marito e moglie, portando così una sorta di stress al matrimonio, sembrava che fosse solo un effetto iniziale poiché le coppie con figli hanno un tasso di divorzio leggermente inferiore rispetto a coppie senza figli.
Per la maggior parte delle coppie, il segreto per una relazione coniugale duratura sono l’impegno e la compagnia. Definiscono il loro matrimonio come un prodotto di duro lavoro, dedizione e impegno reciproco e verso l’istituzione del matrimonio. I matrimoni di maggior successo sono le coppie che sono diventate amici che hanno interessi e valori compatibili.
In passato, le donne con un’istruzione superiore avevano meno probabilità di sposarsi. Al contrario, studi recenti sui tassi di matrimonio a metà degli anni ’90 hanno concluso che le donne istruite di oggi hanno maggiori probabilità di sposarsi nonostante la loro età più avanzata, rispetto alle loro coetanee non universitarie.
Anche l’idea che quelle coppie che vivono insieme prima del matrimonio siano in grado di testare la loro compatibilità per un matrimonio più soddisfacente e duraturo sembra dimostrare il contrario poiché diventano meno impegnate nel tempo e più propensi a chiudere quando sorgono problemi. Recenti scoperte rivelano che potrebbe esserci meno motivazione per le coppie conviventi a sottoporsi a risoluzione dei conflitti. Tuttavia, altri potrebbero obiettare che la convivenza è proprio come il matrimonio, ma senza il “pezzo di carta”. Tuttavia, non porta i benefici – in termini di salute fisica, ricchezza e benessere emotivo – che il matrimonio fa. In termini di questi benefici, i conviventi negli Stati Uniti assomigliano più ai single che alle coppie sposate. Ciò è dovuto, in parte, al fatto che i conviventi tendono a non impegnarsi come i coniugi, e sono più orientati alla propria autonomia personale e meno al benessere del proprio partner.
Mentre alcune femministe credono che una licenza di matrimonio dia agli uomini una “licenza per colpire” le donne, un ampio corpus di ricerche mostra che essere celibe e/o vivere con un uomo al di fuori del matrimonio è associato a un rischio notevolmente più elevato di violenza domestica per le donne . Inoltre, gli uomini sposati hanno meno probabilità di commettere violenza domestica perché sono più interessati al benessere delle loro mogli e più integrati nella famiglia allargata e nella comunità. Queste forze sociali sembrano aiutare a controllare il comportamento violento degli uomini.
Quando si tratta di relazioni sessuali, le persone sposate fanno sesso di più e meglio delle loro controparti non sposate. Non solo fanno sesso più spesso, ma si divertono di più, sia fisicamente che emotivamente.
Con tutti i suddetti vantaggi e benefici del matrimonio, l’unica area in cui le coppie sposate se la sono cavata in modo insoddisfacente è con il peso corporeo. La maggior parte degli uomini e delle donne sposati tende ad aumentare di peso. Dai 45 ai 64 anni, tre uomini sposati su quattro erano in sovrappeso o obesi. Gli uomini e le donne single che non erano mai stati sposati erano i gruppi più magri.
Mentre i partner conviventi, i divorziati e le coppie separate non ottengono gli stessi benefici per la salute delle coppie felicemente sposate, un cattivo matrimonio può avere gravi effetti negativi sulla salute. Lo stress coniugale può essere un forte indicatore dello stress lavorativo quando si tratta del rischio di malattie cardiache.